campagna-adwords-google
Quando crei una campagna Adwords di Google è bene tenere a mente una regola: Google non è il tuo benefattore!
Il potente strumento di promozione a pagamento creato da Big G può esserti veramente utile se ne conosci regole, trucchi e….inganni!

Lo stesso Google fornisce una guida molto chiara ed esauriente su come creare una campagna. Anzi, se questo può tranquillizzarti, recentemente offre anche una versione guidata e il numero di telefono google adwords a cui puoi chiamare per ricevere assistenza diretta dagli operatori Google.
Ma quello che non ti diranno mai è come progettare una campagna Adwords che ti faccia ottenere solo clic di persone “effettivamente” interessate a te.

Le campagne promozionali create con Adwords di Google  possono avere diversi obiettivi:

  1. Promuovere un’Azienda, un Brand o un professionista
  2. Promuovere uno specifico servizio o prodotto ( o anche evento )
  3. Mettere in evidenza una promozione sotto forma di offerta speciale  valida ad esempio per un ristretto periodo.

A prescindere dalla ragione per cui vuoi attivare una campagna Adwords di Google ci sono dei passaggi indispensabili che dovrai fare per raggiungere l’obiettivo che ti sei prefissato, cercando di non sprecare inutilmente budget.

Prima di tutto devi avere un sito, perchè la tua campagna richiederà l’inserimento di un link che potrà essere l’indirizzo della home del tuo sito, oppure una pagina in particolare in cui viene presentato il prodotto o il servizio che intendi promuovere.

Anche se non hai un sito puoi sempre fare una campagna Adwords ma dovrai creare un’apposita pagina su cui l’utente viene collegato cliccando sull’annuncio visualizzato nella Serp di Google (la pagina di Google che visualizza i risultati della tua ricerca). In entrambi i casi la pagina di destinazione dell’annuncio è la Landing page, tradotto letteralmente “pagina di atterraggio”.

Nel primo caso ti basterà inserire nel link che ti chiederà il programma Adwords l’indirizzo esatto della pagina che parla del servizio o del prodotto che vuoi promuovere.

Nel secondo caso, quello in cui non hai un sito, ti serve una pagina che dovrà fare da Landing page per il tuo annuncio Adwords. Basta farti un giro sul web, inserendo la parola chiave “programmi per realizzare landing page” e ne troverai un lungo elenco.

L’intento di questo articolo è fornirti soprattutto dritte sulla comunicazione e di marketing utili per creare un annuncio Adwords di Google in grado di portarti clic al sito o sulla Landing page di persone che davvero stanno cercando quello che tu vendi.

Adwords però mette in atto una serie di piccole “furberie” che se da un lato vengono fatte passare per cose buone per avere più clic, quei clic non devi mai dimenticare che li paghi e se non sono effettivamente performanti, come si dice in gergo, ti servono a ben poco.

Ottenere clic effettivamente utili

Individuate le parole chiave, ti consiglio di non inserire tutte quelle che ti consiglia il programma, ma di tenere in considerazione quelle che hanno una migliore corrispondenza con ciò che stai offrendo. Questo per evitare che ci siano clic sull’annuncio non performanti, che paghi ma che non provengono da utenti che veramente sono interessati.

Cosa si intende con il termine “parole chiave non performanti”?

campagna-adwords-google

Le parole chiave che ti consiglia Adwords non sempre servono per portarti clienti veramente interessati a quello che offri. Questo accade perchè Adwords è uno strumento di promozione a pagamento, che aiuta a promuoverti….ma in cambio di soldi! E il suo scopo velatamente è quello di farti spendere più soldi possibile.

Ti faccio un esempio.

Supponiamo di dover sponsorizzare i servizi di social media marketing.

Quando inserisco la parola chiave “social media marketing” può darsi (anzi è proprio così) che lo Strumento di pianificazione delle parole chiave di Adwords mi suggerisca anche parole chiave come:

  • Web designer
  • Web marketing
  • Realizzazione siti web
  • E così via dicendo…

Cosa succede se accetti il suggerimento di Adwords e le inserisci tutte nel tuo annuncio, con l’idea di avere più clic?

Potresti trovarti si molti più clic, ma soprattutto di persone che stanno cercando qualcuno che gli realizzi un sito. Poco male se hai un’ Agenzia web che offre diversi servizi web.

Ma se sei un Social media manager e fai  “solo” marketing e promozione di aziende sui social network, avrai pagato dei clic che realmente non ti servono.

Quindi attenzione alle parole chiave che scegli.

Dopo aver fatto partire la campagna, potrai nel giro di un paio di giorni avere un primo reso conto delle parole chiave che sono state più cliccate. Osserva se sono quelle che effettivamente ti servono, altrimenti eliminale subito. Questo perchè se non sono perfettamente corrispondenti a quello che vuoi vendere, rischiano di far arrivare sul sito (e quindi spendere clic) persone poco o per niente interessate che lasceranno il sito in pochi secondi. Tu però il clic lo avrai pagato comunque!

Limitare i clic ma avere richieste di informazione!

Per fare in modo che l’annuncio venga visto e persegua l’obiettivo richiesta di informazioni, senza spendere clic, basta inserire il numero di telefono nel titolo dell’annuncio stesso. Oppure nel testo.

Potrebbe darsi infatti che molte persone chiamino anche senza aver cliccato sull’annuncio. E se questo accade spesso….bè, avrai avuto contatti gratuitamente!

Fai esercizio di sinteticità

Questa è una delle parti più difficili delle campagne Adwords di Google: convincere usando pochissime parole a fare clic sull’annuncio.

Ricordati di scrivere l’essenziale e di non usare mai parole odiate come leader, numeri uno e …affini.

Sii chiaro, conciso, usando però tutti i caratteri a disposizione. Potret

E soprattutto monitora le campagne.

E buon lavoro!

LEAVE A REPLY